Carapelle Calvisio

carapelleCarapelle Calvisio è arroccato sul sottile crinale delle propaggini meridionali del Gran Sasso, circondato da boschi di querce e pini. Il panorama è molto esteso e, lo sguardo giunge fino al massiccio della Maiella. Le origini di Carapelle risalgono al XII sec., quando gli abitanti del circostante contado di San Vittorino si riunirono per motivi di sicurezza, dando origine al paese fortificato. Questa conferma è presente nei manoscritti dell’Antinori, nei quali si accenna che, non lontano dall’abitato di Carapelle, in località San Martino, vi era un tempio di Venere. Dal nome di una sacerdotessa della famiglia Calvisia, deriverebbe l’aggettivo “Calvisio” che si aggiunge a Carapelle e anche a Castelvecchio. Anche l’epigrafe pubblicata dal CIL (Corpus Inscriptionum Latinarum) “FURFO VICOS … QUAM COMPLURES REPORTOS AD ORIENTEM, AD CARAPELLAS…”, conferma la sua antica origine romana. Il Paese, conserva ancora oggi, le tracce della sua storia secolare, soprattutto nei tratti delle mura medievali e nella Chiesa di San Francesco d’Assisi che, merita particolare attenzione per i notevoli affreschi del ‘400, ‘500, ‘600 ed un quadro del 1592 oltre, all’altare e al soffitto di stile barocco. Interessante, fuori dall’abitato, sulla strada verso Castelvecchio, la chiesa di San Vittorino, edificata tra il XII e il XIII sec., con la presenza nella parte posteriore di elementi litici decorativi e un bel portale in pietra, finemente lavorato. A nord, invece, la fonte di San Vittorino, il cui impianto è del XI sec.

Informazioni utili
Comune: Piazza Gabriele D’Annunzio, 67020 Carapelle Calvisio (AQ)
Indirizzo internet: www.comune.carapellecalvisio.aq.it
Telefono: 0862 930146
Fax: 0862 930910
Carabinieri: Tel. 0862/95214
Guardia medica: Tel. 0862/89348
Farmacia: Tel. 0862/931364

Manifestazioni ed eventi
San Pancrazio Martire, 12 maggio
Estate a Carapelle, 1-15 agosto
Festa di Ferragosto, 15 agosto